NEWSLETTER

VISI-TO organizza spesso visite guidate a data fissa...Per essere informati sulle attività organizzate, compila il modulo d'iscrizione alla newsletter per singole e famiglie

VISI-TO svolge servizi di visita guidata anche per gruppi preorganizzati...Per essere informati sui nuovi itinerari proposti e sulle ultime novità a Torino, vi invitiamo a dare un'occhiata all'apposita sezione Gruppi e Agenzie o a contattarci via mail all'indirizzo info@visi-to.it

Un campo specifico della nostra attività riguarda attività e visite didattiche per bambini e ragazzi frequentati scuole di ogni ordine e grado...I docenti interessati possono visitare l'apposita sezione Scuole e  richiedere maggiori informazioni sulle proposte didattiche scrivendoci a info@visi-to.it

Per essere informati sul trattamento dei dati personali vi invitiamo a consultare la nostra Private Policy cliccando su "Leggi di più"

 

GIOVEDI' 18 OTTOBRE, DALLE 15:15 - VISITA ALLA CAPPELLA DELLA SINDONE E A PALAZZO REALE

La cappella della Santa Sindone, a 21 anni dal rogo, ritorna visibile al pubblico completamente restaurata.
Tra i massimi capolavori del barocco italiano, l'edificio venne edificato a partire dal 1667 dal monaco teatino Guarino Guarini, che, partendo da un progetto dell'architetto svizzero Bernardino Quadri, concepì una cappella funeraria con pianta interna circolare, sopraelevata di un piano rispetto al presbiterio del Duomo, ponendola così direttamente in comunicazione con le sale auliche del primo piano di Palazzo Reale. Il percorso inizia con una passeggiata al Primo Piano Nobile della residenza reale, attraverso tre secoli di storia sabauda: dalle sale auliche del XVII secolo ai gabinetti cinesi del 700, dalle riplasmazioni d'età carloalbertina in stile tardo impero alle le imprese decorative post-unitarie. A seguire, passando dalla Galleria della Sindone, si entrerà ad ammirare la cappella.

 

10,11 e 14 NOVEMBRE - VISITA ALLA MOSTRA "I MACCHIAIOLI, ARTE ITALIANA VERSO LA MODERNITA'"

L’esposizione, curata da Cristina Acidini e da Virginia Bertone, esplora gli antefatti, la nascita e la stagione più felice della pittura macchiaiola, ossia il periodo che va dalla sperimentazione degli anni Cinquanta dell’Ottocento ai capolavori degli anni Sessanta. Le oltre 80 opere in mostra permetteranno di approfondire  uno dei momenti più alti e significativi della volontà di rinnovamento dei linguaggi figurativi, divenuta prioritaria alla metà dell’Ottocento. Questa coraggiosa sperimentazione, inaugurata dai giovani frequentatori del Caffè Michelangiolo di Firenze, porterà a un’arte italiana “moderna”, che ebbe proprio a Torino, nel 1861, la sua prima affermazione alla Promotrice delle Belle Arti. A intessere un proficuo dialogo con la pittura macchiaiola è la prestigiosa collezione ottocentesca della GAM, che favorisce un’inedita occasione di studio: i dipinti di Antonio Fontanesi, degli artisti della Scuola di Rivara e ddella Scuola dei Grigi costituiranno originali elementi di confronto con la pittura del gruppo fiorentino.

 

sabato 17 novembre, ore 10:40 - visita guidata al MUSEO LAVAZZA

Visita guidata al nuovo museo allestito ne La Nuvola Lavazza, l'avvenieristica sede direzionale dell'azienda inaugurata nel giugno scorso nel quartiere Aurora, ex zona industriale della città, oggi al centro di un grande rinnovamento architettonico. Dopo aver dato un occhiata al progetto architettonico complessivo e ai resti della basilica paleocristiana ritrovata in occasione dei lavori, si visiterà il nuovo Museo Lavazza. Il museo è concepito come un percorso interattivo e originale attraverso la storia della grande azienda torinese – nata come piccola drogheria in via San Tommaso nel 1894 e divenuta in breve tempo la più grande industria italiana del caffè restando sempre nelle mani della famiglia di Luigi Lavazza - ed un’immersione totale nel sapere legato al mondo del caffè, senza dimenticare un divertente approfondimento sulle splendide pubblicità concepite da Armando Testa per il marchio e, naturalmente, una degustazione finale di caffè!

 

1° DICEMBRE, DALLE 10:20 - VISITA ALLA MOSTRA "VAN DYCK. PITTORE DI CORTE "

Da metà novembre 2018, nelle Sale Palatine della Galleria Sabauda, apre al pubblico la straordinaria mostra dedicata ad Antoon van Dyck (Anversa, 1599 – Londra, 1641), il miglior allievo di Rubens, che rivoluzionò l’arte del ritratto del XVII secolo.
Personaggio di fama internazionale, Van Dyck fu pittore ufficiale delle più grandi corti d’Europa ritraendo principi, regine, sir e nobildonne delle più prestigiose famiglie dell’epoca.
Per la prima volta, la mostra Van Dyck. Pittore di Corte – attraverso un percorso espositivo che si dispiega in quattro sezioni e oltre 50 opere – intende far emergere l’esclusivo rapporto che Van Dyck ebbe con le corti più autorevoli – italiane ed europee – per le quali dipinse innumerevoli ritratti, capolavori unici per elaborazione formale, qualità cromatica, eleganza e dovizia nella riproduzione dei particolari, soddisfacendo le esigenze di rappresentanza e di status symbol delle classi regnanti: dagli aristocratici genovesi ai reali di Torino, dall’arciduchessa Isabella alla corte di Giacomo I e poi quella di Carlo I d’Inghilterra.

 

BIKETONIGHT & DAY

Tutti gli anni, da metà marzo a metà ottobre, VISI-TO "sale in sella" e propone BikeTOnight&day, una serie di originali percorsi diurni e serali condotti dalle guide di VISI-TO per scoprire in bicicletta luoghi, aneddoti e curiosità all’ombra della Mole.

Dalla Torino d'autore alla Torino sotto le bombe, dall'itinerario nel cuore di Vanchiglia alla pedalata post-industriale attraverso la Spina 3...gli itinerari creati sono tanti e vari e si possono scoprire dando un'occhiata alla pagina facebook dedicata e cliccando qui sotto