NEWSLETTER

VISI-TO organizza spesso visite guidate a data fissa...Per essere informati sulle attività organizzate, compila il modulo d'iscrizione alla newsletter per singole e famiglie

VISI-TO svolge servizi di visita guidata anche per gruppi preorganizzati...Per essere informati sui nuovi itinerari proposti e sulle ultime novità a Torino, compila il modulo di iscrizione alla newsletter per agenzie di viaggio e associazioni

Un campo specifico della nostra attività riguarda attività e visite didattiche per bambini e ragazzi frequentati scuole di ogni ordine e grado...I docenti interessati possono compilare il modulo di iscrizione alla newsletter per i docenti

Per essere informati sul trattamento dei dati personali vi invitiamo a consultare la nostra Private Policy cliccando su "Leggi di più"

 

giovedì 19 luglio, ore 20:00 - tour in bici Torino d'Autore

"Torino d'autore" è l'itinerario culturale in bicicletta che ripercorre le strade e luoghi delle “Torino” vissute, raccontate e amate dagli scrittori più legati alla città. Un viaggio pensato e raccontato da due voci: quella della guida turistica Giulia Pes e da un attore professionista, Orlando Manfredi.
Grazie alla performance dell'attore Orlando Manfredi che leggerà e reciterà frammenti di brani e poesie e a Giulia Pes, che inquadrerà luoghi, atmosfere e personaggi, si conoscerà la Torino crepuscolare e dolcemente nostalgica di Guido Gozzano, già anticipata a fine Ottocento da quella di Edmondo De Amicis; la Torino di Piero Gobetti, fervida di passione civile e di impegno culturale e politico; la “città della fantasticheria” e “della regola” di Cesare Pavese; il mondo letterario e culturale che ruotava attorno alla casa editrice Einaudi; senza dimenticare l’esperienza torinese di Friedrich Nietzsche, che ha lasciato alcuni dei più ispirati ritratti di luoghi cittadini mai scritti, e la visione di Torino misteriosa e surreale di Giorgio De Chirico. La pedalata si snoda tra il centro storico e la zona della Cittadella, toccando i luoghi della vita e degli scritti degli autori.

 

giovedì 30 agosto, ore 20:00 - tour in bici Luci e ombre di Torino nell'800

Il tour è incentrato sulla Torino dell’800 e sulle sue contraddizioni: da un lato le feste di palazzo e la città sfavillante dell'industrializzazione, dall’altra il lato oscuro del capoluogo piemontese, segnato da povertà, emarginazione e ingiustizia. I partecipanti saranno accompagnati da una guida turistica abilitata durante la pedalata tra i “palazzi del potere” e il centro aulico; si inoltreranno poi nei luoghi più significativi della vita dei poveri, dei malati, dei condannati a morte e di chi provava ad alleviarne le sofferenze. Conosceranno inoltre i compiti della Confraternita della Misericordia, passeranno alla casa del boia, ripercorreranno il cammino dei condannati al patibolo, scopriranno le opere pie di Giulia Faletti di Barolo e del Beato Cottolengo e molto altro!

 

 

NUOVE APERTURE: MUSEO LAVAZZA E LA NUVOLA

Poche settimane fà è stata finalmente inaugurata La Nuvola Lavazza, l’avveniristico spazio firmato dall’architetto Cino Zucchi con all'interno anche un museo interattivo che ripercorre la storia della grande azienda torinese e si propone di far fare ai visitatori un sognante viaggio nella cultura del caffè. La Nuvola è molto di più della nuova sede dell’azienda: è un quadrilatero con molte anime che, come le nuvole, sa assumere forme diverse: nei 30.000 metri quadrati da poco inaugurati nel cuore del quartiere Aurora ci sono uffici all’avanguardia, c’è un centro congressi, un ristorante d’autore, un bistrot, i resti archeologici di una basilica paleocristiana e un museo che accompagna i visitatori alla scoperta dell’universo del caffè, dei suoi rituali e della storia di successo di Lavazza nel mondo della comunicazione.

 

GIOIELLI RITROVATI: LA CAPPELLA DELLA SINDONE

A più di vent'anni dal rogo che ne aveva seriamente compromesso la sopravvivenza, riapre - grazie ad un lungo e delicatissimo restauro - la Cappella della Sacra Sindone, uno dei capolavori del barocco italiano.

La chiesa, commissionata per conservare la preziosa reliquia trasportata a Torino nel 1578, viene progettata dal 1667 dal frate teatino, e grande architetto del Barocco, Guarino Guarini che concepì una pianta interna circolare sopraelevata di un piano rispetto al presbiterio del Duomo, ponendola così direttamente in comunicazione con il primo piano di Palazzo Reale. Arricchita di gruppi scultorei nella prima metà dell’Ottocento, la Cappella è stata interessata nella notte tra l’11 e il 12 aprile 1997  da un devastante incendio che ha reso necessario un intervento di restauro architettonico e strutturale lungo e impegnativo, atto a restituire alla stessa la propria capacità portante e la propria immagine: a novembre torna a risplendere!