a Torino...

La prima capitale d'Italia, con i suoi oltre duemila anni di storia, offre ineguagliabili scorci fra le vie del centro e i lunghi viali porticati, in perfetto equilibrio tra la razionale urbanistica romana e il misurato splendore del barocco piemontese. Torino affascina i suoi visitatori accogliendoli negli spazi nobili e maestosi di Piazza Castello, si rivela regina del gusto e della convivialità nei suoi locali storici e si scopre sempre più proiettata nel futuro come indiscusso centro europeo di arte contemporanea.

>>>TORINO 2.000 ANNI DI STORIA 26

Torino è grande, con mille volti e tante curiosità da scoprire. Così, spesso, chi si trova per la prima volta in città non sa da dove cominciare...Questo tour è pensato proprio per chi vuole conoscere di tutto un po', attraversando due millenni di storia: si comincia dalla zona romana, con le Porte Palatine e i resti del teatro, per poi dirigersi al rinascimentale Duomo di San Giovanni Battista, ai palazzi del potere sabaudo e a quelli che videro nascere l'Italia, arrivando fino alla Mole Antonelliana. Il tutto addolcito da una golosa sosta in uno dei tanti caffè storici, con un'occhiata alle antiche botteghe del centro, rivelatrici di aspetti inediti e curiosi della storia della città.

  • Modalità: tour a piedi
  • Tempistica: 2-3 ore (per una visità più approfondita con pausa in un caffè storico)
  • Periodo: il tour si può effettuare in qualsiasi momento dell'anno e anche in caso di pioggia o maltempo
  • Possibili abbinamenti: Appartamenti di Palazzo Carignano, Museo delle Antichità Egizie, Museo Nazionale del Cinema, Palazzo Reale, Palazzo Madama, Museo Civico d'Arte Antica

 

>>>TORINO DA SOTTO IN Sù 110

Un itinerario fuori dai soliti circuiti turistici per scoprire Porta Palazzo, l'area mercatale più grande d'Europa a pochi passi dal Duomo e dalla zona romana, e l'antico e suggestivo rione di Borgo Dora, che cela, fra i suoi antichi edifici e le sue irregolari vie, pagine affascinanti e importanti della storia della città. Durante la visita guidata saranno raccontati gli aneddoti e le curiosità, saranno svelate le tracce lasciate da grandi uomini del passato e sarà possibile osservare la città dall'alto grazie all'esperienza di volare a 150 metri di altezza con il nuovissimo pallone aerostatico "Turin Eye".

  • Modalità: tour a piedi e in pallone aereostatico
  • Tempistica:  2 ore di giro città e mezz'ora circa di volo 
  • Periodo: tour soggetto alle condizioni meteo: in caso di pioggia o vento forte potrebbe non essere possibile effettuare il volo

>>>LA CITTà VISTA DAL FIUME 109

Tour a bordo del battello Valentino o Valentina lungo il fiume Po per ripercorrere la storia delle grandi esposizioni torinesi e per ammirare, da una prospettiva privilegiata, la natura e l'architettura cittadine. Dai Murazzi del Po si giungerà lungo le sponde del Parco del Valentino, per visitare il Borgo medievale, edificato nel 1884 in occasione dell'Esposizione Generale Italiana, e la Fontana dei mesi, creata per l'Esposizione Generale Italiana del 1898. Si risalirà, quindi, a bordo per arrivare fino a "Italia 61", l'area nei pressi del fiume concepita per i festeggiamenti del Centenario dell'Unità nazionale. 

  • Modalità: tour a piedi e in battello
  • Tempistica: 3 ore
  • Periodo: il tour si può effettuare in qualsiasi momento dell'anno previa disponibilità dei batelli GTT Servizi Turistici
  • Possibili abbinamenti: Museo Nazionale dell'Automobile

>>>torino alL'ORA DELL'APERITIVO 111

L'aperitivo è nato a Torino più di 200 anni fa: nel 1786 Antonio Carpano comincia a produrre, in una bottega sotto i portici di piazza Castello, un vino aromatizzato ottenuto con infuso di erbe e spezie. Da allora, il vermouth è diventato l'aperitivo per antonomasia e uno dei simboli della città di Torino. Oggi il momento dell'aperitivo è al centro della vita cittadina e noi vi proponiamo di gustarlo al termine di un itinerario attraverso il cuore antico della città, quello del Quadrilatero Romano e della Contrada dei Guardinfanti, che nasconde scorci, curiosità e storie che spesso sfuggono al turista e al cittadino disattento.

  • Modalità: tour a piedi
  • Tempistica: 2 ore - 2 ore e mezza
  • Perido: il tour si può effettuare in qualsiasi momento dell'anno e anche in caso di pioggia
  • Possibili abbinamenti: Palazzo Saluzzo di Paesana, Palazzo Barolo

 

>>>TORINO-IL CENTRO E LA COLLINA 27

Conoscere Torino vuol dire anche scoprire i suoi parchi e la sua collina: questo tour offre la possibilità di visitare a piedi il centro cittadino, toccando i principali luoghi di interesse storico e artistico, per poi spostarsi con l'autobus privato verso il Parco del Valentino, il più famoso e antico della città, o verso la Basilica di Superga, che dai suoi 670 metri domina da tre secoli il paesaggio circostante con una vista mozzafiato sull'arco alpino e la pianura piemontese.

  • Modalità: tour a piedi e in autobus privato
  • Tempistica: 3 ore
  • Perido: il tour si può effettuare in qualsiasi momento dell'anno. In caso di poca visibilità si consiglia di sostituire la Basilica di Superga con altro luogo meno panoramico o con la visita agli interni di uno dei possibili musei in abbinamento
  • Possibili abbinamenti: Borgo e Rocca Medievale, Reali Tombe di Casa Savoia - Basilica di Superga, Villa della Regina.

>>>OLTRE IL PORTONE: GIOIELLI NASCOSTI 112

La grande nobiltà sabauda ha costruito in città veri e propri gioielli architettonici, spesso celati da facciate austere e da portoni di legno massiccio che rendono difficile immaginare la sontuosità e la ricchezza degli interni. L'itinerario permette di "sbirciare" androni, scaloni d'onore e cortili dei palazzi del centro storico, dalla purezza rinascimentale del cortile del Palazzo Scaglia di Verrua alla sinuosità barocca dell'androne di Palazzo Barolo, e si conclude con la visita del piano nobile del Palazzo dei marchesi Saluzzo di Paesana, il più vasto e articolato palazzo nobiliare della città edificato da Gian Giacomo Plantery fra il 1715 e il 1722.

  • Modalità: tour a piedi
  • Tempistica: 2 ore e mezza circa
  • Periodo: il tour si può effettuare in qualsiasi momento dell'anno e anche in caso di pioggia o maltempo
  • Possibili abbinamenti: Palazzo Barolo

 

>>>I CAFFE' STORICI TORINESI 30

I locali storici di Torino (caffè, ristoranti, pasticcerie e confetterie...) sono luoghi ricchi di ricordi, cimeli, arredi e valori culturali e artistici: visitarli significa evocare atmosfere d'altri tempi, quando alla raffinatezza dell'ambiente si mescolavano la riservatezza, il brusio delle chiacchiere, gli aromi di bevande e dolci, vapori e lievi volute di fumo. Il tour porta alla conoscenza di uno straordinario patrimonio artistico e architettonico, dove si intrecciano stili e materiali, e rievoca personaggi di rilievo nella tradizione italiana che, seduti ai tavolini di marmo delle caffetterie torinesi, fondarono partiti, idearono riviste o scrissero poesie...

  • Modalità: tour a piedi
  • Tempistica: 2 ore circa
  • Periodo: il tour si effettua in ogni periodo dell'anno
  • Possibili abbinamenti enogastronomici: degustazione del tradizionale bicerin, di zabaione, di cioccolato, gelato artigianale o di vini tipici piemontesi

>>>TORINO BAROCCA 29

Torino è caratterizzata soprattutto dalle forme barocche, che dalla seconda metà del secolo XVII la rappresentano come capitale europea: nel centro storico si possono ammirare ancora oggi i capolavori dei grandi architetti dell'epoca che hanno celebrato i fasti dei Savoia con opere originali ed eleganti. L'itinerario si sviluppa tra le vie del centro, dall'imponente piazza Castello all'elegante piazza San Carlo passando per l'estroso Palazzo Carignano, dalla stupefacente cupola della chiesa di San Lorenzo alla luminosa navata di San Filippo Neri, ma può estendersi anche fuori città, tra le residenze di caccia e loisir della dinastia sabauda.

  • Modalità: tour a piedi e/o in autobus privato
  • Tempistica: 2 ore per il tour a piedi - 3 ore per il tour a piedi e in autobus privato
  • Perido: il tour si può effettuare in qualsiasi momento dell'anno e anche in caso di pioggia
  • Possibili abbinamenti: Palazzo Madama e Museo Civico d'Arte Antica, Palazzo Reale, Palazzina di caccia di Stupinigi, Reggia di Venaria Reale, Villa della Regina.

>>>TORINO RISORGIMENTALE 31

Torino è stata la culla del Risorgimento e la prima capitale d'Italia, lasciando innumerevoli ricordi tra le vie e i palazzi cittadini. Così, un percorso a piedi nel centro storico può diventare un affascinante viaggio negli anni che hanno visto nascere l'Italia: dal Palazzo dell'Università, teatro dei moti studenteschi nel marzo 1821, alla finestra di Palazzo Reale da cui Carlo Alberto annunciò l'inizio della Prima Guerra d'Indipendenza, da Palazzo Carignano, già sede della Camera dei Deputati e ora del Museo Nazionale del Risorgimento, a Palazzo Cavour, dove nacque il grande statista piemontese. 

  • Modalità: tour a piedi
  • Possibili abbinamenti: Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Palazzo Madama e Museo Civico d'Arte Antica di Torino con visita alla ricostruzione dell'aula del primo Senato d'Italia, Palazzo Reale

>>>TORINO LIBERTY 33

In Italia il Liberty, giunto d'oltralpe col nome di Art Nouveau, ebbe la sua consacrazione nel 1902, dopo la grande Esposizione Internazionale d'Arte Decorativa e Moderna di Torino: in quel periodo, e secondo i dettami di quello stile, evocatore della natura, nacque il quartiere "Cit Turin". Il tour prevede una piacevole passeggiata tra le vie e le palazzine del quartiere alla scoperta delle decorazioni floreali, dei ferri battuti, dei vetri e degli intonaci colorati, all'insegna del trionfo della leggerezza e della linea curva, in un'atmosfera quasi fiabesca...

  • Modalità: tour a piedi
  • Possibili variazioni: Percorso liberty nell' "altra Torino", alla scoperta dei più suggestivi monumenti del Cimitero Monumentale

>>>TORINO CONTEMPORANEA 34

Torino è in continua trasformazione ed è considerata la città italiana dell'arte contemporanea, grazie alle istituzioni museali ad essa dedicate, note a livello internazionale, e ai tanti progetti di riconversione, a opera di grandi firme dell'architettura, di edifici storici o industriali dismessi. Un tour che parla del presente dunque, ma con un occhio già rivolto al futuro, alla scoperta dell'evoluzione del Lingotto, delle installazioni di arte pubblica e delle avanguardistiche infrastrutture costruite in occasione dell'appuntamento olimpico del 2006.

  • Modalità: tour a piedi e in autobus privato
  • Possibili abbinamenti: Fondazione Merz, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, GAM - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, Museo d'Arte Contemporanea del Castello di Rivoli, Museo dell'Automobile Carlo Biscaretti di Ruffia, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli.

>>>TORINO E LA RESISTENZA 32

Dall'8 settembre 1943 Torino diventa il cuore e la mente della resistenza armata su scala regionale anche grazie ai tanti supporti logistici e ai luoghi di riunione sicuri: case private ed edifici pubblici come alberghi, ospedali, fabbriche, negozi, scuole, oratori, chiese e perfino l'Archivio di Stato. La visita guidata propone un percorso cittadino attraverso i luoghi della memoria legati alla seconda guerra mondiale, dal centro storico (Palazzo Campana, Piazza Carlo Emanuele II e il ghetto ebraico, Santuario della Consolata...) fino al Sacrario del Martinetto o al rifugio antiaereo di Piazza Risorgimento.

  • Modalità: tour a piedi e/o in autobus privato
  • Tempistica: 2 ore per il tour a piedi - 3 ore per il tour a piedi e in autobus privato
  • Periodo: il tour si effettua in qualsiasi periodo dell'anno. Il 25 aprile, giorno della Festa di Liberazione, si può abbinare alla visita del rifugio antiaereo di piazza Risorgimento, uno dei più grandi rifugi pubblici di Torino
  • Possibili abbinamenti: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà di Torino

>>>LE BOTTEGHE STORICHE DI TORINO 36

A Torino sono ancora presenti botteghe con architetture e vetrine realizzate tra la fine del Settecento e la prima metà del Novecento, testimonianze significative della cultura di un'epoca e del suo modo di rappresentarsi, rivelatrici di aspetti inediti e curiosi della storia della città.
L'itinerario porta a riscoprire diverse tipologie di arredi commerciali, che documentano abilità di artigiani, tecniche costruttive e piccole produzioni di serie: accanto ai prestigiosi caffè Mulassano e Baratti & Milano, saranno illustrate devanture lignee come quella dell'orefice Capello, in ferro e ghisa come quella dell'erborista Abello, la vetrina girevole di Musy e gli arredi settecenteschi di molte farmacie.

  • Modalità: tour a piedi
  • Tempistica: il tour prevede un ritmo rilassato e leggero adatto a brevi soste golose e a qualche momento di shopping.
  • Periodo: il tour si effettuata in ogni periodo dell'anno, eccetto agosto, da martedì a sabato

>>>TORINO, città dei santi sociali 65

La storia di Torino, dalla metà del XIX secolo, è segnata da importanti e amate figure di religiosi che hanno operato per l'evangelizzazione e l'istruzione delle classi povere e dei giovani, in una città di crescente industrializzazione, fondando ordini e congregazioni che sono tutt'ora un punto di riferimento per milioni di persone in tutto il mondo: San Giovanni Bosco, San Giovanni Cottolengo, Beato Giuseppe Cafasso, Beato Giuseppe Allamano, i Servi di Dio Tancredi e Giulietta Falletti di Barolo. L'itinerario mira a cogliere la suggestione e l'eredità di questi personaggi visitando i luoghi in cui hanno vissuto e operato, dal Santuario della Consolata alla Basilica di Maria Ausiliatrice, con la possibilità di visitare anche le camerette di Don Bosco.

  • Modalità : tour a piedi e in autobus privato

>>>TORINO DA LEGGERE 67

A Torino, una delle culle della cultura europea moderna, hanno vissuto o soggiornato scrittori che hanno fatto la storia della letteratura - da Torquato Tasso a Jean Jaques Rousseau, da Fiedrich W. Nietzsche a Emilio Salgari, da Mario Soldati a Cesare Pavese - e sono nati importanti editori italiani e storiche tipografie. L'itinerario, tra la lettura di una poesia e un sorso di caffè, conduce alla scoperta di un volto nuovo della città e dell'inestimabile eredità di alcuni dei suoi più rilevanti protagonisti.

  • Modalità: tour a piedi
  • Possibili abbinamenti: sosta al Palazzo Graneri della Rocca, prestigiosa sede del Circolo dei Lettori di Torino
  • Possibile abbinamento con feste ed eventi: Salone Internazionale del Libro di Torino

>>>TORINO CAPITALE DEL CINEMA 68

A Torino è nato e si è sviluppato il cinema italiano, segnando fondamentali primati: all'inizio del Novecento erano attivi grandi stabilimenti cinematografici - F.e.r.t., Ambrosio, Gloria, Aquila, Itala Film - e Giovanni Pastrone vi girò Cabiria, il primo lungometraggio a distribuzione mondiale. Da allora Torino non ha mai smesso di affascinare registi del calibro di Michelangelo Antonioni, Dario Argento o Gianni Amelio che spesso l'hanno scelta come set d'eccezione per i loro capolavori. Un itinerario per osservare la città dietro la macchina da presa, ritrovando le inquadrature di famose pellicole, e per conoscere da una prospettiva inconsueta la vecchia capitale del cinema.

  • Modalità: tour a piedi e/o in autobus privato
  • Possibili abbinamenti: Museo Nazionale del Cinema
  • Possibile abbinamento con feste ed eventi: Torino Film Festival - in novembre e/o dicembre

>>>TORINO TRA ANTICHI BORGHI E NUOVE CULTURE 69

Un itinerario fuori dai soliti circuiti turistici per scoprire  Porta Palazzo, l'area mercatale più grande d'Europa a pochi passi dal Duomo e dalla Porta Palatina, l'antico e suggestivo rione di Borgo Dora e l'adiacente Balôn, un tempo frequentato dai rigattieri torinesi e oggi luogo ideale per conoscere le botteghe che propongono prodotti di ogni genere. Veri cuori pulsanti della tradizione popolare, questi quartieri costituiscono un insieme di facce, idiomi e dialetti che testimoniano l'amalgama di storie, tradizioni e culture della nuova Torino.

  • Modalità: tour a piedi
  • Possibile abbinamento con feste ed eventi: la seconda domenica del mese è la volta del Gran Balôn: dai giocattoli ai mobili d'antiquariato agli oggetti per i collezionisti, una varietà di offerte e di oggetti che fanno di questo mercato un punto d'attrazione per il pubblico proveniente da tutta Italia.
  • Possibili variazioni: visita guidata al quartiere di San Salvario, situato tra la stazione di Porta Nuova e il parco del Valentino, che merita di essere conosciuto per la sua storia, i monumenti, i palazzi ottocenteschi e la sua attuale identità multiculturale.

>>>TORINO E L'ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE 70

Torino è stata un importante centro industriale (non soltanto per la produzione automobilistica) e sono tante le fabbriche che, da centri nevralgici dell'economia cittadina e italiana, sono diventate preziose testimonianze di archeologia industriale: il Lingotto, i Doks Piemontesi, le Officine Grandi Riparazioni, le Officine Grandi Motori... L'itinerario si snoda attraverso questi sacrari abbandonati del lavoro, testimonianze di un'epoca che va dal 1884 agli anni Cinquanta del 1900, soggetti a lunghi processi di ristrutturazione, volti a un moderno riuso, o a importanti politiche di conservazione e di valorizzazione.

  • Modalità: tour in autobus privato
  • Possibili abbinamenti: visita guidata al complesso del Lingotto

>>>TORINO E IL BORGO NUOVO 71

Nel Borgo Nuovo di Torino, nato dalla demolizione, in età napoleonica, dell'antica cinta muraria, costruirono le proprie abitazioni molti nobili e facoltosi borghesi suggerendo agli architetti lo stile neoclassico, con abbondanza di cortili e giardini, in contrapposizione al barocco dei palazzi del centro cittadino. La visita inizia da piazza Bodoni per procedere verso i Giardini Balbo, piazza Cavour e piazza Maria Teresa, la prima della città ad essere abbellita con fiori e piante d'alto fusto: alla scoperta della Torino ottocentesca, tra eleganti palazzi e monumenti storici.

  • Modalità: tour a piedi