SCUOLA PRIMARIA ...

Visite guidate e itinerari didattici concepiti per imparare attraverso il gioco. Tutte le proposte prevedono un alto grado di interattivà con la guida e, nella maggior parte dei casi, sono condotte con l'ausilio di un opuscolo con mappe, domande e giochi da compilare durante e dopo lo svolgimento dell'itinerario. Il materiale didattico rimarrà poi agli alunni come ricordo della giornata.

>>>GLI EGIZI 2

Il Museo, sito nello storico Palazzo dell'Accademia delle Scienze, è considerato, per il valore dei reperti, il più importante al mondo dopo quello del Cairo. Il nucleo originario, costituito nel 1824, si è arricchito nel corso degli anni per mezzo di acquisti, scavi e donazioni. Aiutato da un moderno e luminoso allestimento, completamente rinnovato nel 2015, il visitatore è introdotto alla scoperta di un mondo inconfondibile e affascinante, dai grandi monumenti dell'arte ufficiale alle piccole ma preziose testimonianze della vita quotidiana.

La varietà e la quantità di reperti esposti permettono di scegliere tra vari percorsi tematici:

- 5.000 anni di civiltà, per conoscere i principali capolavori del museo dall'età protodinastica a all’epoca tarda;
- La vita quotidiana, dedicato in particolar modo agli oggetti d'uso comune ritrovati nel villaggio di Deir-el- Medina;
- Le divinità, focalizzato soprattutto sulla statuaria, sulle illustrazioni dei papiri e sulle vetrine dedicate agli animali sacri;
- Gli usi funerari, per capire l'evoluzione nelle forme di sepoltura e nell'uso del corredo funerario e analizzare le tecniche di imbalsamazione.

Modalità e obbiettivi: La visita – della durata di 2 ore circa - si svolgerà in modo interattivo, stimolando i bambini a osservare e commentare in modo personale le opere scelte dalla guida. A ciascun bambino verrà distribuito un opuscolo riportante curiosità, giochi, osservazioni, da usare durante lo svolgimento della visita e come ripasso o ricordo a casa e a scuola.

Tutte le visite hanno lo scopo di far riflettere sull'antichità e sulla lunghezza della civiltà egizia e sull'altissimo grado di raffinatezza culturale e tecnica raggiunto, stimolando la fantasia per immaginare la vita quotidiana nell'Antico Egitto con gli occhi un bambino di allora

 

>>>I ROMANI 1

Una passeggiata ad Augusta Taurinorum

Fondata dai romani intorno al 28 a.C. come avamposto verso le Gallie, l'aspetto della colonia di Augusta Taurinorum è ancora ben ricostruibile grazie alla conservazione dell'assetto viario ortogonale e di importanti testimonianze archeologiche. L'itinerario prevede la visita all'atrio di Palazzo Madama, antica porta orientale della città, all'imponente Porta Palatina costruita nel I secolo d.C. e tra le meglio conservate di tutta la romanità, ai resti del teatro e ai frammenti di cinta muraria. Prosegue, quindi, inoltrandosi nel "Quadrilatero romano", localizzando le restanti porte, il cardo e il decumano e il foro della colonia.

L’itinerario a piedi potrà essere abbinato alla visita della sezione romana del Museo di Antichità, concentrandosi in modo particolare sugli oggetti relativi alla vita quotidiana.

Modalità e obbiettivi: La visita – della durata di 2 o 3 ore circa, a seconda dell’approfondimento richiesto e della visita o meno in museo - si svolgerà in modo interattivo, stimolando i bambini a osservare e commentare in modo personale i luoghi toccati lungo l’itinerario. Gli alunni verranno coinvolti attivamente, attraverso domande, proposte di attività e schede da compilare.

L'itinerario punta a far conoscere il tipico impianto urbano a scacchiera, le principali tecniche costruttive e le tipologie di monumenti, facendo riflettere sulle tipicità torinesi. In caso di visita al Museo di Antichità, i bambini verranno invogliati all’osservazione e al commento personale delle opere scelte dalla guida.

 

Alla scoperta del regno di Cozio: l'antica Segusium

La natura montuosa e il ruolo strategico di terra di confine attraversata da importanti assi viari e fluviali rende lo studio dei modi della penetrazione romana in Piemonte particolarmente interessante e stimolante. L'itinerario prevede una visita guidata alla città di Susa, l'antica capitale del distretto romano delle Alpi Cozie, dove si conservano importanti testimonianze archeologiche, come l'arco di Augusto, le cosidette "Terme di Graziano" e l'anfiteatro.

>>>L'ETÀ MODERNA 3

UNA GIORNATA DA RE …

Sontuosi appartamenti, volte affrescate, curiosi aneddoti, ricche cucine o armi luccicanti: le auliche stanze di Palazzo Reale, insieme alla galleria dell’adiacente Armeria, e del Castello di Racconigi ci raccontano secoli di storia, ma possono diventare lo scenario perfetto per trascorrere una vera e propria “giornata” da re, dove gli alunni si caleranno in una perfetta atmosfera sabauda

… A PALAZZO REALE
Nato come residenza ducale nella prima metà del Seicento, il palazzo è diventato prima residenza dei re di Sardegna, poi dei re d'Italia. Cuore della corte sabauda e luogo centrale del potere, nel corso dei secoli è stato ampliato e ciclicamente ridecorato, accogliendo opere di prestigiosi artisti. Di recente, il piano nobile del Palazzo Reale di Torino, con le sale auliche seicentesche, i rari gabinetti cinesi del Settecento e le sontuose ridecorazioni d'età carloalbertina, è finalmente visitabile insieme all'Armeria Reale, che, ubicata nella scenografica cornice della Galleria Beaumont, conserva una delle più importanti collezioni di armi e armature antiche del mondo, in cui si fondono arte e storia.

… AL CASTELLO DI RACCONIGI
Nato come dimora fortificata all'inizio dell'XI secolo e trasformato in un edificio fastoso e moderno a partire dalla seconda metà del Seicento con i progetti di Guarino Guarini, nel 1832 il castello di Racconigi fu ufficialmente scelto come sede per le "reali villeggiature" di casa Savoia. Ampliato e riallestito nell'Ottocento, il castello conserva oggi, insieme agli ambienti ufficiali, specchio del potere e del cerimoniale di corte, appartamenti privati dal fascino intatto, autentiche stanze di "una casa vissuta". Immancabile poi la passeggiata nel parco all'inglese, luogo suggestivo in ogni stagione per la varietà di specie vegetali e di animali protetti che vi abitano.

Modalità e obbiettivi: la visita – della durata di 2 ore circa – coinvolgerà attivamente gli alunni, attraverso domande e commenti personali. L'itinerario punta a far conoscere in modo generico la storia delle residenze, ma soprattutto (toccando argomenti non ancora affrontati dal programma scolastico) a stimolare la fantasia per ricostruire la vita in una corte reale tra Sette e Ottocento.

 

>>>PASSEGGIANDO IN CITTÀ. OCCHIO AI PARTICOLARI! 38

Torino è grande, con mille volti e tante curiosità da scoprire… pensato soprattutto per le classi che non conoscono Torino, o per quelle che vogliono approfondire la sua storia e i piccoli o grandi cambiamenti subiti nel tempo, l’itinerario attraversa due millenni di storia all’interno del centro storico: si comincia dalla zona romana, con le Porte Palatine e i resti del teatro, per poi dirigersi al rinascimentale Duomo di San Giovanni Battista e alle residenze sabaude, arrivando fino alla Mole Antonelliana.

Modalità e obbiettivi: la visita, della durata di 2 ore circa, si sviluppa come una "caccia al particolare" per le vie del centro. Gli alunni verranno inoltre stimolati con domande e riflessioni e aiutati dall’osservazione di antiche piante e di immagini storiche della città a confronto con la realtà odierna.

 

>>>IN BATTELLO LUNGO IL FIUME PO 39

Tour a bordo del battello Valentino o Valentina lungo il fiume Po per ripercorrere la storia della città e per ammirare, da una prospettiva privilegiata, la natura e l'architettura circostanti. Dai Murazzi del Po si giungerà lungo le sponde del Parco del Valentino, per visitare il Borgo medievale, suggestiva ricostruzione ottocentesca di un villaggio del XV secolo, e per passeggiare all'interno del più famoso e antico parco pubblico di Torino, dal ricco patrimonio storico-artitstico e arboreo.

Modalità e obbiettivi: durante la visita – della durata di 2 ore circa – i bambini verranno stimolati con domande e riflessioni, aiutati dall’osservazione di antiche piante e di immagini storiche della città a confronto con la realtà odierna.

>>>TARIFFE 37

Le tariffe sono calcolate su una classe composta da 23 alunni, quindi suscettibili di variazioni a seconda del numero effettivo dei componenti:

- SERVIZIO FINO A 2 ORE (per la visita di un solo museo o Residenza Reale o per il solo giro città): 5,00 € ad alunno
- SERVIZIO FINO A 3 ORE (per la visita di musei o Residenze Reali in abbinamento al giro città oppure per un giro città più approfondito): 6,00 € ad alunno
- INTERA GIORNATA (2/3 ore la mattina + 2/3 ore al pomeriggio): 9 € ad alunno


Le tariffe – in linea con quelle ufficiali approvate da Turismo Torino e provincia e dalle principali associazioni di categoria - si riferiscono esclusivamente all'onorario dovuto alla guida e sono comprensive della ritenuta d' acconto ed esenti IVA (art.10, comma 22 del d.p.r. 633/72 e succ. mod.). Le tariffe superiori a € 77,47 sono soggette a marca da bollo da € 2.

Le tariffe non comprendono gli ingressi nei musei e i percorsi in autobus privato.

INFORMAZIONI E MODALITÀ DI PRENOTAZIONE

Gli itinerari qui riportati sono quelli più richiesti dalle scuole secondarie, ma non gli unici che conduciamo.
Visite ad altri importanti musei e residenze sabaude, nonché altre passeggiate tematiche, sono adatte anche al pubblico in età scolare. Sul nostro sito www.visi-to.it nella sezione “Itinerari” si possono visionare tutti i percorsi che conduciamo.

Per concordare e prenotare una visita, ricevendo se necessario anche un supporto per le prenotazioni dei musei e consigli logistici per l'organizzazione pratica della gita o dell'uscita: info@visi-to.it

Dopo la prenotazione del servizio verrà richiesta una conferma scritta almeno 15 giorni prima della visita.